Primo classificato: Panna cotta al parmigiano con scalogno al rum e tarallini

Non dispongo di un giardino, ma vivendo in Valle d’Aosta, mi basta aprire le finestre per godere di un panorama mozzafiato! E’ grazie a questa cornice che mi ispiro per i miei piatti più o meno ricercati, ma sempre all’insegna della golosità e del gusto. Per questo fine settimana, vi propongo quindi, la panna cotta al parmigiano con scalogno al rum e tarallini, un titolo altisonante per un finger food semplicissimo e da urlo!

In un pentolino, mettete la panna con il sale e pepe nero a piacere. Accendete il fuoco e appena la panna raggiunge il bollore togliete dalla fiamma, aggiungete il parmigiano e mescolate bene. Intanto fate ammorbidire la colla di pesce in un contenitore con l’acqua e quando sarà morbida, strizzatela e incorporatela alla panna. Ora dividete la panna in 4 piccole monoporzioni e riponete in congelatore a raffreddare. Pulite lo scalogno e tagliatelo a fettine molto sottili e, in un contenitore con l’acqua, fate ammorbidire l’uva passa. In una padella, mettete lo scalogno con lo zucchero, l’acqua e il rum, quindi accendete la fiamma e cuocete qualche minuto, poi aggiungete l’uvetta strizzata e continuate la cottura finché i liquidi non si saranno completamente asciugati o, comunque, fino a quando lo scalogno sarà diventato morbido. Poi lasciate raffreddare. Togliete la panna dal congelatore e distribuite lo scalogno equamente, poi sbriciolate i tarallini con le mani e cospargete la superficie. Mettete la panna cotta al parmigiano con scalogno al rum e tarallini in frigorifero e servite accompagnando con fresche bollicine.

Lascia un commento